Consapevoli di vivere in un epoca dove 1/5 della popolazione gode dei 4/5 delle risorse del pianeta, dove la politica sembra essere totalmente asservita all’economia e guerre e carestie si susseguono per questioni di profitto uccidendo milioni di persone innocenti, mentre qui da noi, parte ricca del mondo, diritti fondamentali come il lavoro, la casa, la salute, la scuola, l’informazione, la cittadinanza, cuore della nostra Costituzione sono sottoposti a un lento e strisciante smantellamento, il 31 maggio 2009 è stata fondata, la sezione A.N.P.I di Bovisio Masciago. Assumendosi l’impegno di riscoprire ciò che è stata la Resistenza e la Liberazione dal nazifascismo nel nostro comune e territorio, onorare, conservare e diffondere la memoria di coloro che con coraggio, dedizione e sacrificio anche della vita, contribuirono a consegnarci un paese libero e democratico, difendere la Costituzione repubblicana, nata dalla Resistenza e dai valori di giustizia, libertà, solidarietà e uguaglianza per cui si batterono i partigiani. Oggi attuata ancora soltanto in parte. In parte è invece ancora un programma, un ideale, una speranza, un impegno e un lavoro da compiere, per noi e per le generazioni future.
25 APRILE 2018
FESTA DELLA LIBERAZIONE - MANIFESTAZIONE CITTADINA
DEDICA DELLE LAPIDI AI CADUTI IN PRIGIONIA
MARRA DONATO - MISSAGLIA EUGENIO
È per ricordare la riconquista della Libertà, la liberazione dalla dittatura, la riconquista della pace, che il 25 Aprile festeggiamo; non la vittoria di una fazione su un’altra ma la Liberazione per tutti,
“Abbiamo combattuto per la libertà di tutti; per chi era con noi, per chi non c'era ed anche per chi era contro.”
immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine
Per la pace e la democrazia per vivere in un paese senza più discriminazioni tra esseri umani, sopraffazioni e diritti calpestati. La festa di coloro che vogliono vivere in un paese dove ciascuno possa impegnarsi per il proprio bene personale e concorrere per il bene di tutti, la festa del ricordo e della riconoscenza per chi ci ha preceduto, per rinnovare il nostro impegno a proseguirne l’insegnamento.
La manifestazione cittadina è stata resa ancora più significativa dalla riscoperta della storia di due soldati bovisiani caduti durante la prigionia in Germania, l’intitolazione di due lapidi in loro memoria al Viale degli Eroi al cimitero, con l’intervento di un rappresentante dell’Associazione Divisione ACQUI che ha ricordato il sacrificio consumato a Cefalonia e Corfù dai soldati italiani come primo atto di resistenza al nazifascismo e l’internamento senza diritti di circa 700mila soldati (IMI) che rifiutarono di collaborare con i nazifascisti pagando questa resistenza con circa 50mila morti per fame, malattie e lavoro forzato. Particolarmente pregante è stato l’incontro con i familiari del soldato Marra Donato. Nella sala comunale, gli alunni della scuola elementare, hanno ricordato il 70° della nostra Costituzione con una serie di riflessioni e invitato tutti i presenti al canto dell’Inno Nazionale. Ha chiuso la mattinata di celebrazioni la presidente del Comitato Ambiente di Bovisio Masciago con la presentazione del progetto di GIARDINO dei GIUSTI.

15 APRILE 2018
VIAGGIO DI CELEBRAZIONE DEI PARTIGIANI
TRIULZI OSVALDO E AGOSTONI GIUSEPPE
CADUTI A LODI IL 26 APRILE DEL 1945
Oggi rendiamo omaggio a Triulzi Osvaldo e Agostoni Giuseppe, due nostri concittadini che hanno sacrificato la vita per la libertà del nostro paese. Di loro sappiamo davvero poco, quasi niente, di Agostoni non conosciamo nemmeno il viso.
Erano ragazzi, neanche ventenni, Triulzi avrebbe compiuto i suoi 17 anni di lì a pochi giorni il 7 Maggio, Agostoni, ancora dicianovenne.
Non è difficile pensare che fossero ragazzi come tutti gli altri, che avrebbero preferito trascorrere in spensieratezza la loro gioventù, invece hanno scelto di combattere l’occupazione tedesca, la dittatura fascista e di opporsi alla guerra, di proteggere la città.
immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine Attraverso loro sacrificio quest’anno ricordiamo tutti i nostri Partigiani, prepariamo i festeggiamenti per il 25 Aprile, Festa Nazionale, non della vittoria di una fazione su un’altra ma della Liberazione dall'occupazione nazifascista, dalle leggi raziali, dalle deportazioni, Festa per la fine della guerra. Festa di riconoscenza per chi ci ha preceduto, a cui rinnoviamo il nostro impegno a proseguirne l’esempio.
Un caro e sentito ringraziamento agli amici dell'ANPI di Lodi che con il loro impegno, grande cortesia e solidarietà hanno contribuito in modo fondamentale a rendere più sentita e solenne la nostra visita di commemorazione dei caduti per la Libertà.
Un altrettanto sentito ringraziamento alla Munincipalità di Lodi per gentile accoglienza che ha voluto riservarci

7 APRILE 2018
INCONTRO CON AGOSTINO BURBERI E ANDREA GARAVAGLIA SULL'INSEGNAMENTO E L'ATTUALITÀ DEL PENSIERO DI DON MILANI

“Ho insegnato che il problema degli altri è uguale al mio.
Sortirne tutti insieme è la politica. Sortirne da soli è l’avarizia.”
Queste parole, da sole basterebbero a farci capire l’importanza e l’attualità e dell’esperienza umana e di insegnante di don Lorenzo Milani. immagine immagine immagine immagine immagine immagine In preparazione alla
FESTA DELLA LIBERAZIONE,

Liberazione da cui nacque la nostra Costituzione, trascrivendo i valori che guidarono la lotta di Resistenza, “Il Testamento di Centomila morti” celebriamo il 70° della promulgazione della nostra legge fondamentale, nata per pensare la vita pur complessa della società, impostandola alla mutua solidarietà, perché ognuno possa trovare lo spazio fisico e spirituale per realizzare la propria vita, la propria vita assieme a tutti gli altri cittadini, in uno sforzo collettivo di elevazione sociale e morale. Don Milani ha incarnato uno di questi tentativi di dare gambe e testa a questi valori attraverso la formazione di giovani, individuando nella lotta all’analfabetismo e alla rassegnazione sociale il veicolo per un rinnovamento dell’Italia, che potesse ripulirsi dai cascami che la cultura fascista, e la segregazione classista impongono a tutta la società, e lo ha fatto attraverso proprio quello che la Costituzione prescrive, quindi la Costituzione come mezzo, strumento, ma anche come progetto a cui pervenire, tutti assieme, come abbiamo sottolineato in tutte le nostre iniziative una speranza da compiere per noi e per le generazioni future.
Fondazione Don Lorenzo Milani - Barbiana e la sua Scuola
è disponibile il video dell'incontro

DAL 24 FEBBRAIO AL 24 MARZO 2018
TRE INCONTRI PER APPROFONDIRE LA CONOSCENZA DELLA NOSTRA LEGGE FONDAMENTALE
immagine Buon compleanno Costituzione, in tanti a festeggiare, con rispetto e attenzione ma anche con l’emozione e la leggerezza delle melodie che i ragazzi musicisti dell’Istituto Castiglioni coordinati dai loro insegnanti hanno scelto per sottolineare le tematiche trattate in ogni incontro, rendendo ogni sabato pomeriggio più gradevole ed interessante.
immagine immagine immagine immagine immagine Sabato 24 febbraio la Dott.ssa Mariachiara Fugazza ci ha guidato in un percorso ragionato sui cambiamenti della condizione femminile dall’inizio del 900 ad oggi, di come le lotte e le conquiste delle donne hanno prodotto profondi cambiamenti nella società italiana e di come i valori trascritti nella Costituzione nata dalla Resistenza abbiano definitivamente posto le basi per un reale ruolo paritario dei generi nella nostra società
immagine immagine immagine immagine immagine Sabato 7 Marzo
il Prof. Giovanni Missaglia
ci ha approfondito l’aspetto dell’etica della Costituzione nata all’indomani di una guerra voluta dall'Italia fascista e dalla Germania nazista, alleate in una nell'agressione imperialista alle nazioni europee causando oltre 40 milioni di morti nella sola Europa e la sua quasi completa distruzione. Diritti e doveri per tutti i cittadini gli enti economici così intrinsecamente legati e chiaramente declamati da rendere l’etica e la struttura della nostra Costituzione quasi un tutt’uno.
immagine immagine immagine immagine immagine Sabato 24 Marzo
Il Prof. Spadacini ha affrontato l’argomento complesso e più che mai d’attualità della rappresentanza politica nei sistemi elettorali. Il suffragio come diritto e non come merito delle democrazie moderne, i compiti della Repubblica per attuare questo diritto rendendo i cittadini capaci di comprendere la complessità del loro compito. La democrazia come processo di critica dell’operato degli eletti, l’indipendenza del parlamento dal governo. Alcune strutture tecniche dei sistemi elettorali.
Ringraziamo la Direzione Scolastica che ha ospitato gli eventi,
il personale della scuola per tutto il supporto prestato,
le Amministrazioni Comunali che hanno li hanno patrocinato.
sono disponibili i video degli incontri


27 GENNAIO 2018 GIORNATA DELLA MEMORIA
“Non sono tempi questi per un galantuomo
di stare dietro la finestra a guardare”
immagine immagine Grazie! a chi scelse di opporsi all’indifferenza. Ricordiamo nelle parole di Antonio Moi, imprenditore bovisiano deportato e ucciso a Mauthausen tutti colororo che scelsero la via più difficile; la via della giustizia e dell'umanità. A Bovisio Masciago furono tanti gli antifascisti e i militari che si opposero alla barbarie nazifascista
Ringraziamo il Presidente della Repubblica di aver voluto nominare a Senatrice a vita Liliana Segre deportata sopravissuta ad Auschwitz, preziosa testimone dell'orrore nazifascista, del quale a 73 anni di distanza i fantasmi sembrano riemergere in tutta Europa.