Consapevoli di vivere in un epoca dove 1/5 della popolazione gode dei 4/5 delle risorse del pianeta, dove la politica sembra essere totalmente asservita all’economia e guerre e carestie si susseguono per questioni di profitto uccidendo milioni di persone innocenti, mentre qui da noi, parte ricca del mondo, diritti fondamentali come il lavoro, la casa, la salute, la scuola, l’informazione, la cittadinanza, cuore della nostra Costituzione sono sottoposti a un lento e strisciante smantellamento, il 31 maggio 2009 è stata fondata, la sezione A.N.P.I di Bovisio Masciago. Assumendosi l’impegno di riscoprire ciò che è stata la Resistenza e la Liberazione dal nazifascismo nel nostro comune e territorio, onorare, conservare e diffondere la memoria di coloro che con coraggio, dedizione e sacrificio anche della vita, contribuirono a consegnarci un paese libero e democratico, difendere la Costituzione repubblicana, nata dalla Resistenza e dai valori di giustizia, libertà, solidarietà e uguaglianza per cui si batterono i partigiani. Oggi attuata ancora soltanto in parte. In parte è invece ancora un programma, un ideale, una speranza, un impegno e un lavoro da compiere, per noi e per le generazioni future.

BRESSO, 8 OTTOBRE 2017
MANIFESTAZIONE ANTIFASCISTA DI COMMEMORAZIONE E PROTESTA PER DEL VILLIPENDIO DEL MONUMENTO AL DEPORTATO

immagine immagine immaginePietra in cui si ricorda Francesco Ghianda
Manifestazione di protesta per la vandalizzazione del Monumento al Deportato con la rottura delle teche contenenti le ceneri dei vari campi di sterminio in cui caddero i deportati delle grandi fabbriche sestesi a seguito degli scioperi che chiedevano la fine della guerra, più cibo e libertà. Tra i deportati c'è il bovisiano Francesco Ghianda giovane operaio della Breda deportato a Mauthausen e assassinato pochi giorni prima della liberazione

24 SETTEMBRE 2017
FESTA PATRONALE DEL SANTO CROCEFISSO

immagine immagine immagine Una giornata di festa e d'incontro con gli iscritti, i simpatizzanti e quanti hanno voluto avvicinarsi ad un aspetto ancora poco conosciuto della nostra storia. Una giornata per riaffermare i valori rinati dal sacrificio dei Partigiani e di chi si oppose alla dittatura. Una raccolta di firme, per ribadire che tutti gli esseri umani devono avere pari dignità.
Sintesi dei contenuti della proposta di legge

Milano il 20 maggio è stata attraversata da una mobilitazione festosa e popolare.
Una mobilitazione carica di speranza.
immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine
La speranza di chi crede nel valore del rispetto delle differenze culturali ed etniche.

DOMENICA 14 MAGGIO 2017
L'A.N.P.I. A MASCIAGO IN FIORE 2017
La sezione è stata presente con una interessante e più che mai attuale mostra, sulla storia dei migranti italiani nel mondo.
immagine immagine immagine immagine immagine Un modo per riconoscere il passato, valutare il nostro presente ed immaginare il futuro. Un'occasione per incontrare il direttivo di sezione, informarsi sulle attivita in corso e magari sostenerle, invitare i simpatizanti ad iscriversi all'A.N.P.I.
La mostra ci è stata gentilmente prestata dall' Ecoistituto della valle del Ticino che ringraziamo per il prezioso lavoro e la cortesia dimostrata

25 APRILE 2017
GIORNO DI MEMORIA, IMPEGNO E FESTA

immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine Oggi è il 25 aprile, festa della Liberazione, che celebriamo ogni anno ricordando i combattenti e i Caduti per la Libertà:

Ricordiamo che Bovisio Masciago ha pagato la follia dell’avventura fascista con:
molti giovani figli, trascinati alla morte sui campi di una guerra di aggressione ad altri popoli. 5 morti in prigionia, il bombardamento delle sue strutture industriali. 6 Partigiani sterminati nei lager tedeschi. 5 Partigiani sono sopravvissuti ai lager con conseguenze spesso permanenti. 1 riuscì a fuggire dalla deportazione e salvarsi,
3 giovanissimi Partigiani caduti in combattimento.
Il passato, ci dicono gli storici più autorevoli, può sempre tornare, magari non nelle stesse forme, o con aspetti diversi, bisogna essere pronti a cogliere i pericoli e predisporre per tempo gli antidoti; perciò serve una memoria attiva, cioè non solo ricordare gli eventi, la Resistenza, la Liberazione, ma riflettere soprattutto sulle attese e le speranze di allora e su quante di esse si siano realizzate o si stiano realizzando.
Quest’anno ricordiamo il 70° dal 1947, anno in cui fu discussa e approvata la Costituzione:(...)

9 APRILE 2017
IN PREPARAZIONE ALLA FESTA DEL 25 APRILE
Visita al Museo della Repbblica Partigiana di Montefiorino (MO)
Non si trattò soltanto di una zona liberata, in quanto soggetta all'ocupazione delle forze partigiane ma di un'anticipazione del ritorno a una vita democratica
immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine Una bella giornata, sotto tutti gli aspetti, dal clima gentile al paesaggio incantevole, un grazie all’autista del pullman che ci ha condotti su strade difficili con la cura della sua professionalità. Abbiamo scoperto un museo che merita molte altre ore di approfondimento, grazie anche alle guide che ci hanno accolti, introdotti e accompagnati nella visita con una profonda conoscenza e competenza del territorio e su tutti gli aspetti degli avvenimenti che coinvolsero l’Italia e in particolare le zone modenese e reggiana nella lotta di Liberazione dal nazifascismo, grazie anche all’ospitalità e alla qualità del ristorante che ci ha ricevuto per il pranzo, completando il viaggio di memoria e cultura con una gradevole occasione d’incontro e convivialità tra i partecipanti. sito del museo

1 APRILE 2017 - nell'ambito di TERRITORI DI CULTURA
SO-STARE NEL CONFLITTO
Incontro con la Dottoressa Laura Beltrami
la gestione dei conflitti tra gli individui nella sfera del privato: famiglia, amici... ma anche nella vita sociale partiti associazioni, istituzioni... Attraverso l'insegnamento del Centro psicopedagogico per la pace e la gestione dei conflitti di Piacenza, l'incontro condotto dalla Dott.sa Beltrami per capire come da un conflitto correttamente gestito possano sorgere opportunità di crescita e maggior consapevolezza e partecipazione di tutti. Percorso già tracciato nella Costituzione che a 70 anni dalla sua promulgazione mostra tutta la lungimiranza e modernità di pensiero dei Costituenti. Pensare alla pace non come annullamento della controversia attraverso la sopraffazione dell’altro, ma come ad un momento di crescita reciproca che permette di costruire un rapporto utile e positivo; valorizzare le differenze invece di azzerarle.
immagine immagine immagine immagine immagine L'incontro, fa parte integrante del percorso proposto alle scuole elementari e medie per una migliore formazione dei ragazzi nell'affrontare la vita scolastica e quella di futuri giovani cittadini consapevoli.

17 MARZO 2017
presso la scuola media A. Cairoli di Bovisio M.
LABORATORIO DI CONSAPEVOLEZZA CIVICA
sulla tematica dell’essere straniero/estraneo
organizzato da Natur& Onlus e ANPI
Attualizzando le risposte che gli Italiani seppero darsi alla fine della seconda guerra mondiale, ripristinando attraverso la Costituzione, le regole di convivenza civile che il fascismo aveva abolito, sperimentiamo un laboratorio di consapevolezza civica, per costruire pratiche di gestione positiva dei conflitti. Questo laboratorio, è stato pensato come un’occasione di riflessione e confronto sulla tematica dell’immigrazione nel nostro paese, incentrata sul racconto di vita di quattro ragazze arrivate in Italia bambine con un percorso migratorio che le ha viste protagoniste di un’esperienza di “estraneità” da un contesto sconosciuto,
immagine immagine immagine immagine le ragazze, che ora sono tutte maggiorenni, hanno dunque offerto la messa in comune della propria esperienza a ragazzi più piccoli, per poi condurre dei gruppi di lavoro in cui gli studenti partecipanti al laboratorio hanno, a loro volta, condiviso esperienze vissute di “estraneità” ad un contesto, riflettendo sulla possibile percezione del sentirsi accolti e/o esclusi.
Questa è una proposta di contaminazione culturale che vuole far passare un sapere da alcune giovani donne a un gruppo di studenti quasi coetanei e per questo, è una proposta nuova, non scontata, che non “imbocca” di paroloni ma, al contrario, dice che nessuna storia è banale.
Ogni storia è importante, delicata, può essere raccontata e condivisa. immagine


L'OTTO MARZO 2017
MANIFESTO DELLE DONNE NELL'A.N.P.I. DI BOVISIO M.
Adesione e solidarietà al movimento NON UNA DI MENO
immagine Lettera aperta alle lavoratrici e scioperanti de Lottomarzo
Care scioperanti: lavoratrici-disoccupate-inoccupate-studentesse-artiste-professioniste-casalinghe-pensionate… scriviamo, dopo lo Sciopero globale dello scorso 8 marzo, in primo luogo per ringraziare tutte per la forza, il coraggio, per la passione, la fantasia con cui è stata animata e fatta vivere questa splendida giornata di lotta e mobilitazione globale. Lo Sciopero è stato un successo. Non era facile andare controcorrente, sfidare il blocco che in tante aziende è stato disposto non tanto e non solo dai datori, ma anche dai sindacati confederali, che non hanno ritenuto la violenza maschile sulle donne ragione abbastanza concreta per proclamare lo sciopero generale. Eppure, noi lo sentivamo nei nostri corpi, nelle nostre teste, nel nostro diritto inalienabile a vivere e lavorare con dignità e libertà; lo avete e lo abbiamo fatto, reinventandolo tutte insieme, senza paura(...)
non una di meno

5 MARZO 2017 ALL'EX POLVERIERA DI SOLARO
DEDICA DI ALBERI AI GIUSTI

Agostino Andermark, capo Scout, Aquila randagia e Partigiano della Brianza che, con le proprie azioni salvò coloro che fuggivano dalle persecuzioni ed educò centinaia di giovani allo scoutismo
Yusra Mardini, nuotatrice olimpica, che nell’agosto 2015 nuotando fino a riva salvò gli occupanti della sua barca in balia del mar Egeo che stava affondando, avvisando la Guardia Costiera.
Alexander Langer, ecologista e pacifista altoatesino che si diede integralmente per creare ponti in una terra di forti divisioni
immagine
immagine immagine In un mondo dove i più fanno a gara per erigere muri,recinti, barriere, per respingere i richiedenti asilo, fa notizia apprendere che ragazze e ragazzi di ogni credo, laici o religiosi, musulmani con ebrei, cattolici con laici, richiedenti asilo, educatori e cittadini condividano una giornata in comune per conoscersi, raccontarsi, scambiarsi pensieri felici,
creare ponti e PensareGiusto ad un futuro di cittadini del mondo. Comunicato stampa Pensare Giusto

NOI SAPPIAMO E NON DIMENTICHEREMO
In queste semplici e precise parole che ci hanno regalato gli alunni della scuola elementare, sta racchiuso l’esatto senso del GIORNO DELLA MEMORIA.
immagine immagine immagine immagine
immagine immagine
Per questa occasione gli alunni delle classi quarte ci hanno fatto dono dei loro lavori ispirati dagli spunti offerti nell’incontro con l’ANPI e gli Scout. Gli elaborati sono stati esposti al palamedia durante la serata dello spettacolo teatrale dedicato alla ricorrenza. Una bella occasione dove sono giovani studenti ad insegnare.


immagine immagine immagine l’A.N.P.I. di Bovisio M. in collaborazione con l’ufficio cultura del comune ha incontrato i ragazzi delle scuole medie in un percorso di conoscenza sugli orrori compiuti dal nazifascismo durante la seconda guerra mondiale, incontri favoriti dagli insegnanti nonostante le difficoltà imposte dai tempi del programma di studio, anche in questa occasione come è successo per le scuole elementari abbiamo trovato attenzione e sensibilità a vicende che anche se apparentemente lontane, i ragazzi hanno scoperto essere d'attualità e riguardarli da vicino, come giovani cittadini di Bovisio M. e stimolando la ricerca e la discussione nelle famiglie che, in qualche caso ha fatto loro scoprire aspetti nuovi della vita dei loro nonni. Una riflessione approfondita sui temi della democrazia e dei totalitarismi, di come ognuno di noi sia chiamato ad essere responsabile e non indifferente ai doveri di solidarietà verso il resto dell’umanità.
In occasione della celebrazione del giorno della Memoria abbiamo ricevuto da Licia Rognini Pinelli vedova di Giuseppe Pinelli, Vittima del fascismo mai estinto nel nostro paese, un'opera enciclopedica sulla SHOAH, resa più preziosa dalla sua dedica. La nostra sezione mette quest'opera a disposizione di tutti coloro che vorranno documentarsi.

immagine immagine Assieme per ricordare la figura e l’opera di un bovisiano speciale, Agostino Andermark. Partigiano, deportato nel lager nazista di Bolzano e fondatore della locale sezione scout, attività a cui si è dedicato con passione tutta la vita. L’attenta partecipazione dei ragazzi che hanno seguito con curiosità, e voglia di conoscere ha reso emozionante la mattinata. Spiegare come la grande storia sia passata anche per Bovisio coinvolgendo quelli che oggi sono i loro nonni o bisnonni li ha affascinati.
immagine immagine
Conoscere le tradizioni della pratica scout , i valori che la guidano, le sue regole, la divisa, li ha entusiasmati.


Ringraziamo le insegnanti che hanno reso possibile questo incontro, educativo per tutti i partecipanti.
Ringraziamo Agostino la cui opera ed esempio, ancora affascina e guida. E come pensiamo lui ci avrebbe salutato, auguriamo a tutti
“Buon Cammino”