Consapevoli di vivere in un epoca dove 1/5 della popolazione gode dei 4/5 delle risorse del pianeta, dove la politica sembra essere totalmente asservita all’economia e guerre e carestie si susseguono per questioni di profitto uccidendo milioni di persone innocenti, mentre qui da noi, parte ricca del mondo, diritti fondamentali come il lavoro, la casa, la salute, la scuola, l’informazione, la cittadinanza, cuore della nostra Costituzione sono sottoposti a un lento e strisciante smantellamento, il 31 maggio 2009 è stata fondata, la sezione A.N.P.I di Bovisio Masciago. Assumendosi l’impegno di riscoprire ciò che è stata la Resistenza e la Liberazione dal nazifascismo nel nostro comune e territorio, onorare, conservare e diffondere la memoria di coloro che con coraggio, dedizione e sacrificio anche della vita, contribuirono a consegnarci un paese libero e democratico, difendere la Costituzione repubblicana, nata dalla Resistenza e dai valori di giustizia, libertà, solidarietà e uguaglianza per cui si batterono i partigiani. Oggi attuata ancora soltanto in parte. In parte è invece ancora un programma, un ideale, una speranza, un impegno e un lavoro da compiere, per noi e per le generazioni future.
7 Aprile 2019
UNA STORIA DI UMANITÀ CORAGGIO E RESISTENZA
75° anniversario della morte del Partigiano Antonio Salada
immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine
Importanti momenti della celebrazione al Cimitero di San Martino dove l'Amministrazione Comunale ha consegnato una targa di ringraziamento al Circolo ARCI Ivo Borella per la conservazione della tomba del Partigiano Bovisiano e l'incontro tra i nipoti di Salada e i figli di Poletti Maurizio, il partigiano che recuperò i resti dei due ragazzi per darne un'umana sepoltura. Testo del manifesto commemorativo
immagine immagine immagine immagine
La giornata è proseguita con la visita alla casa - museo dedicata alla Brigata Partigiana Valtoce

6 Aprile 2019
SETTEMBRE 1943, IL CORAGGIO DELLA SCELTA
La salvezza dei prigionieri del campo della Snia Viscosa
immagine immagine immagine

In preparazione della 74a festa della Liberazione.
Ricordiamo un evento del nostro territorio, lontano nel tempo ma che dice qualcosa dei tempi che oggi viviamo.
Due coraggiosi autisti ed un sacerdote rischiano la vita per trovare un porto sicuro a circa 80 prigionieri di guerra congolesi e senegalesi internati al lavoro coatto presso la Snia Viscosa di Cesano Maderno. Trasportati di notte per stade secondarie e a fari spenti fino al confine i prigionieri verranno fatti passare in Svizzera. La salvezza. Un atto di coraggio che come recita l'incipit del manifesto rischiara di speranza l'orizzonte del genere umano. Un'azione così clamorosa che la stessa radio Svizzera ne darà notizia l'indomani. Ringraziamo i relatori Pietro Arienti, Alberto Scanzi, e Marco Lardera per i loro precisi e chiari interventi che ci hanno accompagnato in un percorso di riflessione sulla nostra storia.
è disponibile il video dell'incontro.

31 Marzo 2019
GIARDINO DEI GIUSTI, AI GIUSTI
DON LUIGI CIOTTI, LEA GAROFALO, REV. MARTIN LUTHER KING
immagine

DON LUIGI CIOTTI. Fondatore del Gruppo Abele e di Libera. Per il sostegno agli emarginati e la lotta alle mafie


immagine

LEA GAROFALO. Testimone di giustizia, assassinata dal proprio compagno per aver avuto il coraggio di opporsi alla spietata logica della 'ndrangheta


immagine

MARTIN LUTHER KING. Leader del movimento per i diritti civili degli afroamericani, pacifista e praticante della resistenza non violenta, assassinato da un razzista.

Performance teatrali, poesie, ricerche e produzioni grafiche sui temi proposti dai giusti e sulle loro biografie sono stati presentati da tutte le scuole di Bovisio Masciago
immagine immagine immagine
immagine
immagine
immagine immagine immagine
Una mattinata partecipatissima dai ragazzi e dalle famiglie, grazie al lavoro delle/degli insegnanti. Un tema quello della giustizia e legalità da far crescere nelle coscienze dei ragazzi sensibilizzandoli a questi valori, un impegno imprescindibile per avere una societa futura ordinata e solidale. La bravura con cui gli studenti hanno saputo elaborare e rappresentare le tematiche proposte ci fa ben sperare. I lavori al termine delle rappresentazioni sono stati trasferiti alla sala mostre del comune per renderli visitabili a tutta la cittadinanza che non ha potuto parecipare direttamente.

27 GENNAIO 2019
GIORNATA DELLA MEMORIA 2019
Internati Militari Italiani, un imbroglio per privare i soldati italiani della protezione della croce rossa nei lager germanici, per forzare la volontà di quei soldati che all’indomani dell’8 settembre, sbandati e senza ordini rimasero comunque fedeli al loro giuramento e rifiutarono di riprendere la guerra al servizio dei nazisti o dello stato fantoccio della repubblica di Salò. Pochissimi accettarono il compromesso.
immagine immagine immagine immagine immagine Circa 50.000 dei 600.000 soldati prigionieri morirono a causa delle condizioni di lavoro e detenzione. Per molti anni e per ragioni contradittorie come ci ha ben spiegato il professor Valter Merazzi relatore della conferenza, quest’aspetto della resistenza al fascismo fu sottovalutato. La nostra sezione, fin dall’inizio della sua attività ha ricercato queste storie e siamo particolarmente orgogliosi che il nostro lavoro abbia contribuito in modo fondamentale a porre due nuove lapidi sul viale degli eroi lo scorso 25 aprile per Marra Donato e Missaglia Eugenio fornendo informazioni ai nipoti di Marra che hanno potuto avere il riconoscimento ufficiale attraverso la medaglia d’onore alla memoria nell’occasione del 27 gennaio. Un primo passo per conoscere il doloroso contributo che Bovisio Masciago ha pagato a quel periodo storico con oltre 70 prigionieri di cui ben 7 uccisi dalle condizioni di vita e di lavoro nei lager tedeschi.
immagine La commemorazione è stata accompagnata dall’esposizione di una mostra sul tema, il catalogo è disponibile su ordinazione a:
http://www.schiavidihitler.it